13 borse di studio per la formazione di giovani oncologi

Sostenere con 13 borse di studio la formazione di giovani oncologi presso centri di riferimento italiani per le patologie neoplastiche a maggiore impatto epidemiologico: 5 per il carcinoma del polmone, 3 per il tumore del colon-retto e 5 per il cancro della mammella. Questo l’obiettivo del ‘Progetto Italià, iniziativa dell’Associazione italiana oncologia medica (Aiom) e della Fondazione Aiom presentata oggi in un seminario nella sede dell’Agenzia italiana del farmaco (Aifa) che prenderà il via da gennaio 2012. «Dobbiamo puntare sui giovani oncologi – ha detto Carmelo Iacono, presidente Fondazione Aiom – per questo abbiamo promosso un progetto innovativo di borse di studio che, per la prima volta, preveda stage non all’estero ma nelle strutture di riferimento del territorio nazionale. Un modo per valorizzare quanto di meglio la nostra specialità esprime». «L’obiettivo – aggiunge in una nota il presidente Aiom, Marco Venturini – è non far fuggire oltre confine i cervelli più brillanti e offrire loro la possibilità di crescere e portare il loro contributo nei nostri centri. Nella penisola vi sono moltissime eccellenze, diffuse a macchia di leopardo in tutte le Regioni. Il nostro compito è metterle in rete ed essere mediatori e facilitatori per favorire l’accesso alle nuove leve sia durante la formazione specialistica che dopo».