Como, voleva comprare moglie minorenne: arrestato operaio siriano

COMO – È finito in carcere l’operaio siriano accusato di volere comprare una sedicenne della Valsugana tempestando di richieste i genitori della ragazza. Lo straniero è stato arrestato ieri sera dai carabinieri nel suo luogo di residenza ad Asso (Como), in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare emessa dalla Procura di Trento. Già denunciato per stalking e colpito da divieto di dimora in Trentino, cui era seguito un foglio di via firmato dal questore di Trento, il siriano nei giorni scorsi era stato notato almeno tre volte sotto la casa dei genitori della minorenne insistendo nelle sue richieste. Da qui la segnalazione dei carabinieri del posto alla magistratura che ha disposto l’arresto. In precedenza i carabinieri lo avevano anche denunciato per guida senza patente e gli avevano sequestrato l’auto. Lo straniero si trova ora rinchiuso nel carcere di Como.