CULTURA: VENEZIA-NORDEST CAPITALE 2019

«Per Venezia Nordest, il tema non vuole essere un ‘unico puntò tradizionalmente culturale poichè nel territorio largo, inteso come dimensione, tale scelta rischierebbe di disperdersi e indebolirsi tra le troppe specificità presenti»: è il passaggio chiave delle 13 pagine del documento di candidatura per Venezia con il Nordest a Capitale europea della Cultura 2019 che è stato approvato dai soci fondatori e presentato questa mattina a Cà Farsetti. Per la essere Capitale europea della cultura è «decisivo definire subito, e comunicare, il tema di candidatura», quindi, secondo il documento «è strategico, nel caso di Venezia Nordest, che la candidatura tenga insieme tre elementi che rispondono alle domande Comunitarie in modo particolarmente originale: il tema, la dimensione, la piattaforma». «Siamo i primi a partire nell’individuazione del tema – ha illustrato il coordinatore Innocenzo Cippolletta – per iniziare, a partire da domani, una fase di ascolto del territorio. Bisogna infatti ricordare che, per iniziare il processo vero e proprio della candidatura, occorre il bando del Ministero, che presumibilmente arriverà tra fine 2012 e inizio 2013». Il «tema generale» viene così definito con «il rapporto cultura-imprese, cultura-economia, cultura-sviluppo, cultura-formazione, cultura-lavoro». Quanto alla dimensione, il documento afferma che «la dimensione europea e mondiale della candidatura riflette la rete delle relazioni che sono presenti con i Paesi dell’Europa centrale e della nuova Europa». Per la piattaforma, infine, l«articolazione di progetti ed iniziative di respiro largo» deve comunicare «sia ai cittadini locali che a quelli europei una forte connettività di tipo metropolitano. Fondamentale sarà la relazione eventi-luoghi e il loro connettivo».