Dove sciare in Trentino nel ponte dell’Immacolata: gli impianti aperti in Trentino

Madonna di Campiglio: è già fruibile la zona del Grosté con le piste Graffer, Corna Rossa, Lame e la parte alta dell’Ursus Snowpark.
Sono quindi operative le cabinovie Grosté, primo e secondo tronco, e le seggiovie Grosté Express e Rododendro Express.
Si scia anche sul ghiacciaio della Presena, in Val di Sole, che si spinge fino a 3 mila metri di quota, ma in zona sono praticabili anche le discese Tre Larici, Tonalina e Valena.

I più piccoli possono sciare anche al campo scuola Rindole nella Skiarea della Paganella.
Zona dove l’innevamento garantito dai cannoni da neve ha permesso l’apertura della pista Olimpionica 3, che comincia a quota 2.125 metri e scende sino a 1.774.
Una lunghezza complessiva di 1.300 metri, con un dislivello di 351, per un tracciato che è collegato direttamente con l’Olimpionica 2, sede nel recente passato degli allenamenti della nazionale Usa maschile e da quest’anno teatro della preparazione di quella norvegese.

Nella zona di Folgarida – Marilleva sono aperte le piste Sghirlat e Orso Bruno, servite dalle omonime seggiovie da sei posti e dalle cabinovie Contrè – Malga Copai e Copai – Panciana.
Sono inoltre in funzione il Campo Scuola Scoiattolo di Peio e da domani anche la Variante Scoiattolo, serviti dalla seggiovia Stavelin, dalla cabinovia Pejo Fonti – Tarlenta e dalla Funifor Pejo3000 (quest’ultima solo per gli escursionisti).

Sugli Altopiani di Folgaria, Lavarone e Luserna ci si potranno allacciare gli scarponi per scendere sulle piste Ortensino e Cargaore, nella zona di Fondo Piccolo.
Ulteriori informazioni si possono trovare sul sito del consorzio Skirama Dolomiti Adamello Brenta (www.skirama.it).

In Val di Fassa sono garantiti per questo ponte 18 km sciabili sulle piste Belvedere e Brunech, con quattro impianti.
Inoltre  sono aperte anche due piste da fondo.
Da domani apertura parziale della skiarea nella zona Alba – Ciampac, mentre nella zona Canazei – Belvedere sono agibili le piste Belvedere fino a Pecol e Del Bosco-Lupo Bianco.

Campitello, Mazzin e Col Rodella è già fruibile la pista Pradel – Rodella con l’omonima telecabina, mentre al Passo di Costalunga si scia al Pra dei Tori ed entra in funzione anche la seggiovia Pian Pecei – Ciampedié, con la sua pista nella zona fra Vigo di Fassa e Pera.
Per quel che concerne, invece, Pozza di Fassa sono in funzione tutti gli impianti della ski area Buffaure.
Per quanto riguarda gli impianti, si possono utilizzare le funivie Alba – Ciampac, Campitello – Col Rodella (solo per salita e discesa pedoni) e Pecol – Col Rossi, le seggiovie Buffaure, Sella Brunech, Belvedere, Pra di Tori, Col de Valvacin e Pala del Gaiger, le telecabine Pozza -Buffaure, Canazei – Pecol, Pradel – Rodella e Toè, nonché la sciovia Baby Buffaure.

In Val di Fiemme è garantita la sciabilità di 20 km di piste. Si potrà usufruire delle seggiovie Campanil, Latemar, Costabella, Lagorai, Pampeago – Monte Agnello e Pra Fiorì, delle telecabine Doss Larici – Cermis, Fondovalle – Cavalese e Fondovalle – Doss Laresi.
Sul Lusia si può sciare sui 2 km della pista Fiamme Oro II, servita dalle cabinovie Ronchi – Valbona e Valbona – Le Cune.
Sul Cermis sono fruibili le piste Lagorai e Costabella, mentre da venerdì 9 via alla Pra Fiorì.
Aperta anche una parte del centro del fondo di Passo Lavazè.

Nella zona di Bellamonte aprirà anche la pista Fraine, servita dalla prima seggiovia Castelir – Le Fassane.
Spostandoci nella zona di San Martino di Castrozza e Passo Rolle sono 5 i km di piste sciabili garantiti dalle piste Bellaria e Camposcuola del Pra delle Nasse per i più piccoli.
Saranno poi operativi gli impianti a fune di Ces, Prà delle Nasse, Tognola, Col Verde e Rosetta.
Ulteriori informazioni si possono trovare sul sito del consorzio Dolomiti Superski (www.dolomitisuperski.com).

Sull’Altopiano di Piné, invece, spazio al pattinaggio, disciplina che a Miola ha trovato uno dei centri nazionali di riferimento. Sono, infatti, aperti ogni pomeriggio sia l’anello esterno sia la pista coperta.
È possibile restare costantemente aggiornati sulle condizioni del manto nevoso grazie al servizio offerto sul sito internet di Trentino Marketing Spa, all’indirizzo http://www.visittrentino.it/it/vacanze_a_tema/neve/bollettino_discesa, dove si può facilmente verificare il funzionamento dei singoli impianti.