Frattini: al vertice europeo “bicchiere mezzo vuoto”, fiducia in Monti

«In passato abbiamo visto vertici più complessi e drammatici- Oggi abbiamo un bicchiere purtroppo mezzo vuoto per il fallimento di un’intesa a 27, ma mezzo pieno per un’Europa a 17 con un accordo importante che darà alla Bce un potere molto importante». È il bilancio del vertice europeo sulla crisi economico-finanziaria, delineato in una dichiarazione al Tgcom24 dall’ex ministro degli Esteri, Franco Frattini. «Un aspetto positivo e uno negativo, dunque. Avremmo voluto più ambizione e rapidità -prosegue Fratini- invece ci siamo ridotti a dicembre quando poteva essere fatto tutto a maggio-giugno. Sono europeista convinto, come Monti e sappiamo che in questo momento le tesi europeiste dell’Italia prendono forma». «Prendiamo questo risultato, sfruttiamolo fino in fondo, diamo alla Bce la gestione del fondo salva-stati e garantiamone quell’autonomia che è fondamentale per la sua esistenza. Il Pdl sosterrà Monti ma è chiaro che dentro questa manovra ci sono cose che noi avremmo fatto diversamente. Mi auguro che ci sarà alla fine un voto di fiducia -conclude Frattini- e lui avrà sicuramente anche il nostro»