Germania, pacco bomba per il presidente di Deutsche Bank

Un pacco bomba destinato a Josef Ackermann, presidente di Deutsche Bank, è stato intercettato ieri. La conferma è stata data questa mattina dalla polizia tedesca che ha spiegato come l’ordigno fosse piuttosto artigianale dato che «non conteneva esplosivo di tipo militare o commerciale», ha spiegato detto il portavoce della polizia Alessandro Kiessling . Tuttavia, ha aggiunto, aprire la busta «sarebbe stato sicuramente pericolosa» con possibili ustioni alle mani o il viso. Il pacco sospetto è arrivato ieri a mezzogiorno presso la sede della Deutsche Bank a Francoforte. Un allarme è stato rilanciato a New York, dove la polizia ha chiesto alle società di Wall Street «particolare attenzione» nel maneggiare la corrispondenza. Sebbene nel novembre scorso un gruppo di manifestanti di Occupy Wall Street avessero interrotto un discorso di Ackermann ad Amburgo bollandolo come «uno dei banchieri al mondo con meno scrupoli» , da parte del movimento è giunta comunque una netta presa di distanze e una forte condanna del fallito attentato.