Hubert Sumlin è morto: lutto nel mondo della musica

Il chitarrista e cantante statunitense Hubert Sumlin, maestro del blues della band Howlin’ Wolf che ha influenzato Eric Clapton e Jimmy Page, è morto nella sua casa di Wayne, nel New Jersey, all’età di 80 anni. Nato nel 1931 a Greenwood, nel Mississippi, Sumlin poco più che ventenne entrò nel 1955 a far parte della band di Howlin’ Wolf, diventandone il chitarrista principale di supporto al suo leader. Dopo la morte di Wolf, nel 1976, Sumlin continuò a suonare con i musicisti che avevano accompagnato la band nelle ultime esibizioni, sotto il nome di «The Wolf Pack» fino al 1981. La musica di Sumlin ha reso il blues del Delta del Mississippi più accessibile a famosi chitarristi elettrici come Eric Clapton, Jimmy Page, Kate Richards e Jeff Beck, contribuendo quindi all’affermazione del blues britannico. Molti musicisti hanno ripreso le canzoni di Sumlin ed imitato il suo stile: ad esempio Clapton ha eseguito «Goin’ Down Slow» da solista e «Spoonful» con i Cream; i Rolling Stones hanno suonato una loro versione di «Little Red Rooster»; gli Yardbirds hanno proposto una loro «Smokestack Lightnin»; i Led Zeppelin hanno rielaborato «Killing Floor» nella loro «The Lemon Song».