Monti presenta il programma: oggi la fiducia al Senato

Oggi al via il primo esame in parlamento per il governo Monti. Diciassette ministri, tutti tecnici, nessun esponente di partito. “La non presenza di politici agevolerà il governo” ha dichiarato il premier. Significativo anche che il presidente del consiglio manterrà la cruciale delega all’economia. La sfida che si pone Monti è “Quella di portare l’Italia fuori dalla crisi“. Ministro dell’Interno è l’ex prefetto Annamaria Cancellieri, già commissario del comune di Bologna. Paola Severino, napoletana, avvocato penalista ed ex vicerettore della Luiss è il primo guardasigilli donna. Elsa Fornero, economista torinese e esperta di previdenza è la prima ministro donna del Welfare e del Lavoro. Toccherà a lei affrontare uno dei temi più scottanti, quello della riforma delle pensioni. Sottosegretario alla presidenza del consiglio Antonio Catricalà che lascia la carica di presidente dell’Antitrust. Prende il posto di Gianni Letta alla guida della macchina di Palazzo Chigi. Agli Esteri l’ambasciatore italiano a Washington Giulio Terzi di Sant’Agata, assente alla cerimonia perchè raggiunto dalla nomina oltreoceano. Giurerà domani anche il neo ministro alla difesa, l’ammiraglio Giampaolo di Paola, presidente del comitato militare della nato, in missione a Kabul. Per Corrado Passera, manager di primissimo piano, il superministero che comprende sviluppo economico, infrastrutture e trasporti. L’ex consigliere delegato di Banca Intesa ha nel curriculum incarichi di grande rilievo: fu lui a risanare le poste italiane. All’agricoltura Mario Catania, esperto di politiche comunitarie, Corrado Clini, già direttore generale del ministero, all’Ambiente. La poltrona di ministro dei Beni Culturali va al rettore della cattolica Lorenzo Ornaghi. Un altro rettore, quello del politecnico di torino, Francesco Profumo guiderà il dicastero dell’universià e dell’istruzione, alla salute il giurista Renato Balduzzi.

Nel pomeriggio è prevista la fiducia a palazzo Madama, domani alla camera quindi lunedì la prova più dura, quella dei mercati.