Rifiuti, Paciotti: sarà obbligatoria la raccolta “porta a porta”

«Serve un’opposizione durissima al piano rifiuti. Oggi in Consiglio regionale comincia la discussione su un documento a dir poco surreale: lontano dalla realtà, senza gli investimenti necessari per chiudere il ciclo dei rifiuti. Servono scelte chiare: innanzitutto rendere obbligatoria la raccolta differenziata porta a porta in tutto il Lazio». Lo ha dichiarato in una nota Marco Pacciotti, candidato alla segreteria del Pd Lazio. «Polverini e Alemanno – continua Pacciotti – hanno dichiarato la loro impotenza, lasciando al prefetto di Roma, in veste di commissario, la scelta delle nuove discariche. Riano e Corcolle sono scelte sbagliate perché scaricano, di fatto, sulla provincia, i problemi della Capitale. E parlare di siti provvisori, in un Paese dove le scelte provvisorie sono le più definitive, fa francamente sorridere. Serve coraggio, bisogna investire sulla raccolta differenziata, sul compostaggio, sul riuso e riciclaggio. Bisogna investire sulla prevenzione: dalla riduzione degli imballaggi alle campagne di informazione. E deve farlo la Regione, devono farlo gli enti pubblici, per non lasciare, come avviene da troppi anni, campo libero al monopolista privato».