Roma, scontri 15 ottobre: arrivano le prime condanne

Tutti ricorderanno gli scontri del 15 ottobre a Roma, durante quella che avrebbe dovuto essere la manifestazione degli “indignati” e che invece è ricordata per essere stata il pretesto dei vandali. Oggi arrivano la prima condanna per uno dei black bloc fermati dalla polizia. Una pena a tre anni e 4 mesi di reclusione e l’invio degli atti alla Procura affinchè proceda per il reato di devastazione è decisione dei giudici della X sezione del tribunale di Roma che hanno condannato, con rito abbreviato, Giovanni Caputi, 22 anni, originario di Terlizzi (Bari): il giovane era stato fermato il giorno degli incidenti insieme con altri 12 manifestanti ed è ancora detenuto nel carcere di Regina Coeli. Inoltre Caputi è stato condannato al pagamento delle spese di giudizio e l’ha interdetto per cinque anni. Il 5 dicembre prossimo davanti alla decima sezione penale presieduta da Rosanna Ianniello saranno processati altri tre manifestanti, Ilaria Ciancamerla, Roberto Scarlett e Stefano Conigliano che sono agli arresti domiciliari e sono imputati per resistenza aggravata.