Rovereto ri-velata

di Carlo ANDREATTA

Nel novembre 2011 il circolo fotografico “L’Immagine” ha allestito, presso gli spazi della sala “Iras-Baldessari”, la mostra fotografica “Rovereto ri-velata”, punto di arrivo di un laboratorio fotografico – a cura dello stesso circolo fotografico – iniziato nell’ottobre del 2010 e concluso nell’ottobre 2011. Il laboratorio fotografico è stato tenuto da Erminio Annunzi, docente di fotografia a Milano. Alla mostra presso la sala “Iras Baldessari” hanno partecipato otto soci del circolo: Raimondo Calgaro, Roberto Cosentino, Aldo Frisinghelli, Natascia Rubol, Stefano Paglia, Luciano Pizzini, Andrea Tonezzer, Stefano Piva. Quest’ultimo ha realizzato un video con le interviste fatte ad alcuni giovani (tra i 18 e i 24 anni), i quali hanno espresso la propria opinione su Rovereto. Il tema dell’allestimento fotografico riguardava la “rivelazione” di edifici, professioni e luoghi poco conosciuti nella Rovereto di ieri e di oggi: l’affascinante e misterioso lavoro del liutaio, un negozio che offre varie specialità etniche – luogo di incontri non solo di acquisti, tre importanti realtà associative e ricreative presenti nella città della Quercia, il locale tipico “Alle due colonne” – ricco di preziose memorie storiche, l’ex A.n.m.i.l. – edificio abbandonato all’incuria e all’indifferenza generali, la bellezza “nascosta” di palazzo Grillo – dimora costruita nel 1730, il rione di Santa Maria. Il fotografo, come ogni artista, sa testimoniare ciò che sfugge allo sguardo abituale: è in grado di cogliere particolari, sfumature, dettagli senza che la sua opera appaia scontata o retorica. L’artista riesce a rappresentare, con eloquente efficacia, la complessità dell’esistenza. Le immagini – a colori e in bianco e nero, solo in formato digitale – che i soci del circolo fotografico “L’Immagine” ci hanno offerto, sono di straordinaria forza espressiva.