“Senza titolo”

di Silvia MALAVASI

Chiara la voce

nell’aria piatta

dei contrabbassi muti.

Non senza ombra di morte

l’emisfero sesto

libera lo scatto meccanico

la mitosi plastica

dell’anima vetrosa.

Dentro una fiumana celeste

mi muovo di piume

e sempre il ritorno.

All’ombra della quercia

seguo il vento prepotente

cerco bocche chiuse

ai confini mai detti.